Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

  • Seguici su

Milano Arch Week. La settimana dell'Architettura a Milano

Milano Arch Week

Dal 12 al 18 giugno parte la Milano Arch Week, la settimana dedicata all’architettura  promossa dal Comune di Milano, dal Politecnico e dalla Triennale. Il programma prevede eventi, mostre, performance, letture e lezioni aperte al pubblico con un unico tema centrale: le grandi trasformazioni urbane.

Lo scopo della Milano Arch Week – come afferma Ferruccio Resta, rettore della facoltà di Architettura del Politecnico di Milano – è di far riacquistare a Milano il suo ruolo di protagonista dell’architettura contemporanea. Parteciperanno all’evento curato da Stefano Boeri, architetti e progettisti italiani e internazionali, fra cui i catalani RCR, vincitori del Premio Pritzker 2017, il Nobel dell’Architettura, e Peter Eisenman.

I luoghi della Milano Arch Week

Tre sono i luoghi della Milano Arch Week: lunedì 12 giugno presso la Fondazione Catella per la grande festa di apertura, martedì 13 giugno nel Patio della Scuola di Architettura del Politecnico di Milano e da mercoledì 14 a sabato 17 giugno nelle sale e nel giardino della Triennale di Viale Alemagna.

Durante l’evento si affronteranno temi importanti, come la riqualificazione urbana, le periferie, le disuguaglianze sociali e la ricostruzione del Centro Italia a seguito del terremoto che lo ha colpito la scorsa estate. Non mancheranno approfondimenti sullo sviluppo delle città dell’Africa, sui rapporti tra Architettura e Geopolitica e riflessioni sul conflitto internazionale, con l’intervento dell’architetto israeliano Eyal Weizman.

In programma anche un focus su Aldo Rossi, di cui ricorre il ventennale della scomparsa, una rassegna fotografica a cura di Oliviero Toscani e un confronto fra cinema e architettura curato da Amos Gitai, Paolo Vari e Davide Rapp.

A questi momenti di approfondimento, si affiancheranno itinerari guidati alla scoperta dell’architettura di Milano e altri eventi satellite diffusi per tutta la città.

Eventi serali tra Arte, Musica e Architettura

I giardini della Triennale saranno location di momenti di intrattenimento e spettacolo che si intrecceranno a spazi di riflessione: mercoledì 14 una serata dedicata al rapporto tra Architettura e Natura con l’intervento del neurobiologo vegetale Stefano Mancuso e dei Deproducers che presenteranno un’edizione speciale dello spettacolo Botanica, giovedì 15 una sessione dedicata all’Architettura e alla Notte curata da Zero, venerdì 16 Architettura e Cinema si incontrano in un approfondimento dei film di Renato Pozzetto in cui Milano è grande protagonista, sabato 17 giugno una serata dedicata alle periferie milanesi con uno showcase curato da Marta Donà con ospiti i musicisti trap Izi e Laioung e il rapper Fabri Fibra. La chiusura dell’evento sarà domenica 18 giugno ai Bagni Misteriosi (ex Piscina Caimi) con una visita in anteprima alla nuova palazzina realizzata nel perimetro del Teatro Franco Parenti.

Qui il programma completo

 

Indirizzo:

Viale Emilio Alemagna, 6 - Piazza Leonardo da Vinci 32