Blog

Bagno cieco

Bagno cieco: soluzioni di arredo

Sempre più diffusi nelle case degli italiani, i bagni ciechi non devono essere considerati una “menomazione” ma, al contrario, possono diventare spazi da valorizzare all’insegna del design e della tecnologia. Per arredare il bagno ciecosoluzioni moderne e funzionali consentono di ottenere risultati inaspettati che non vi faranno sentire la mancanza di una finestra.

Aspiratori per bagno cieco

Il primo ostacolo da superare nell’allestimento di un bagno cieco è l’aerazione. I bagni ciechi non beneficiano del naturale ricambio d’aria garantito da finestre e portefinestre e rendono necessaria l’installazione di sistemi di aspirazione forzata. Perché l’aria sia sempre fresca e pulita, in commercio esistono speciali aspiratori per bagni ciechi in grado di assicurare l’eccellente estrazione di umidità e odori, garantendo una perfetta aerazione del bagno con ridotti consumi energetici. L’aspiratore per bagno cieco assicura inoltre la deumidificazione del locale al fine di prevenire la formazione di muffe e rigonfiamenti murali.

Colori e rivestimenti per arredare il bagno cieco

Ad un primo e sommario giudizio, i bagni senza finestre possono essere classificati come “claustrofobici”. Soprattutto in passato, ben poca attenzione era dedicata a questi spazi, in quanto relegati al ruolo di “bagno di servizio”. Oggi l’evoluzione del gusto e la sempre maggiore attenzione per il design hanno portato ad una progressiva rivalutazione del bagno cieco con soluzioni innovative. Dalla scelta dei materiali a quella dei colori, arredare un bagno cieco rappresenta una sfida entusiasmante tra estetica e innovazione. Innanzitutto, è bene scegliere sempre colori neutri, dal crema al tortora, per rivestimenti e tinteggiature. Per il soffitto, il consiglio è di privilegiare sempre il bianco. Lo stesso vale per i sanitari: nei bagni ciechi, assolutamente da evitare wc, vasche e bidet in ceramica colorata! I materiali lasciano ampio margine di scelta, a patto che assicurino superfici lucide e riflettenti, dalla ceramica alle resine di ultima generazione.

L’illuminazione del bagno cieco

Fondamentale per arredare un bagno cieco sarà l’illuminazione: applique laterali, controsoffitti con faretti, luci rigorosamente calde e orientabili consentiranno di ottenere effetti eleganti e raffinati, rendendo la stanza intima e accogliente. Per conferire maggiore profondità agli spazi e riflettere al massimo la luce, il bagno cieco necessiterà di specchi grandi, da posizionare preferibilmente di fronte alla porta. Il box doccia dovrà essere in cristallo, rigorosamente trasparente, con colonne doccia importanti, sfruttando in tal modo il potere riflettente del metallo. E per i mobili bagno, via libera al legno chiaro, dall’abete al rovere, dal ciliegio al frassino, con finiture naturali.

Leave a Comment

Your email address will not be published.